FINESTRA QUALITÀ CASACLIMA

Il marchio Finestra Qualità CasaClima è un marchio volontario di qualità certificata, rilasciato dall'Agenzia CasaClima; si tratta di una garanzia per i consumatori, perché rilasciato da un ente pubblico estraneo alla progettazione, produzione e vendita del prodotto.
Affinché un'azienda possa applicare il sigillo CasaClima sulle proprie finestre, essa deve superare una serie di esami, che non riguardano solo il prodotto, ma anche le modalità di posa. Il marchio è rilasciato alle aziende con prodotti di qualità superiore e che si avvalgono di posatori qualificati.
Il marchio non sostituisce la marcatura CE, né altre disposizioni cui il prodotto deve essere soggetto a norma di legge, tuttavia esso è applicabile a prodotti i cui standard qualitativi sono superiori a quelli richiesti dalla stessa marcatura CE.
La Finestra Qualità CasaClima garantisce un'elevata efficienza energetica che si orienta alle migliori tecnologie internazionali, inoltre ha tutti i requisiti per un'idonea posa in opera.

Ogni prodotto è accompagnato da una completa documentazione, per insegnare al consumatore come utilizzare al meglio le finestre, ottimizzando così il risparmio energetico, migliorando il confort abitativo e indicando le operazioni per una corretta manutenzione che mantenga inalterata la sicurezza, la funzionalità e la bellezza nel tempo.

La Finestra Qualità CasaClima è regolamentata da una dettagliata direttiva tecnica, reperibile sul sito: www.agenziacasaclima.it.

I consumatori, che acquistano una finestra con questo marchio di qualità, hanno quindi la ragionevole certezza di aver scelto una finestra di elevate caratteristiche prestazionali, che offrirà un elevato confort abitativo e ridurrà gli sprechi energetici, favorendo il risparmio economico e la tutela dell'ambiente.

PERCHÈ SCEGLIERE FINESTRE AD ALTA EFFICIENZA ENERGETICA

Nei Paesi Sviluppati la vita di ogni persona è legata ad un consumo enorme di energia, stimato intorno ai 550 watt giorno, la quale viene prodotta per il 95% con l'utilizzo di combustibili fossili che sono in via di esaurimento e non sono rinnovabili.
Poiché non ci sono ad oggi risorse energetiche alternative a basso impatto ambientale è assolutamente necessario utilizzare bene l'energia rimasta rendendo sempre più razionali gli impieghi ed evitando gli sprechi energetici. Questo impegno è necessario anche perché lo sperpero di energia implica un aggravio dell'inquinamento e dei costi energetici che il Paese non può più permettersi.

Il settore da cui cominciare con questo nuovo impegno è certamente il settore edilizio in quanto per il riscaldamento e raffreddamento delle costruzioni si impiega il 40% di tutta l'energia disponibile.

Risparmiare energia in questo contesto significa rivedere il concetto architettonico e acquisire una nuova cultura nel progettare che sia fondata su risparmio energetico (e quindi economico) comfort interno e sostenibilità.

Non basta però progettare correttamente si devono anche impiegare elementi poco disperdenti ed in questo contesto uno degli elementi più deboli sono certamente le vecchie finestre o nuove ma di scarsa qualità che sprecano circa il 35% di tutta l'energia utilizzata nella gestione della casa. L'immagine termografica mostra le dispersioni termica e di ponti termici dell'edificio. È conseguente che si deve utilizzare solo finestre ad alta efficienza energetica e soprattutto si deve imparare a scegliere e riconoscerle in un mercato che spesso non rende evidenti queste differenze.

UN'ETICHETTA PER GLI INFISSI COME PER I FRIGORIFERI

Il consumatore fu in grado di individuare i frigoriferi a maggior risparmio di corrente elettrica, quando, nel 1998, divenne obbligatorio esporre l'etichetta energetica che divideva gli elettrodomestici in classi di consumo.
Da quando il cliente ha avuto questa possibilità, si è immediatamente orientato verso frigoriferi a minor consumo energetico, quelli in classe A, che sono passati in poco più di 10 anni dall'iniziale 8% all'attuale 80%.

Come quello degli elettrodomestici, anche il mercato dei serramenti esterni si sta evolvendo. In pochi anni si è passati da un prodotto di tipo artigianale senza regole a un prodotto che è ormai di tipo industriale fortemente normato, che deve rispettare regole ben precise.
Ciò nonostante, saper distinguere i serramenti migliori dai serramenti peggiori non è, però, facile e spesso il progettista, o anche il committente finale, si orienta solo sulla base di prestazioni estetiche e prezzo, trascurando gli aspetti tecnici fondamentali.

La marcatura CE, che è obbligatoria sugli schermi oscuranti dal 2006 e sulle finestre, portefinestre e portoncini d'entrata dal 1° febbraio 2010, ha migliorato la situazione; permangono, tuttavia, alcune zone d'ombra, come ad esempio l'espediente del cascading, che permette di presentare sul proprio prodotto i risultati di prove eseguite da un soggetto diverso.

In qualsiasi caso, la mancanza di controlli ha consentito addirittura di rendere la situazione ancora più confusa, portando a manipolazioni di risultati e alla produzione di documentazioni, pur obbligatorie, incomplete o addirittura errate.

Da molti anni si sentiva dunque la necessità, anche nel contesto dei serramenti, che un organismo super partes, competente e accreditato, creasse un marchio di qualità certificata, che aiutasse il consumatore finale a riconoscere i prodotti migliori. Di questo compito si è fatta carico l'Agenzia CasaClima.

L'AGENZIA CASACLIMA

L'Agenzia CasaClima è una struttura pubblica di proprietà della Provincia Autonoma di Bolzano, che dal 2002 studia i sistemi migliori per costruire case a basso consumo energetico e basso impatto ambientale, garantendo contestualmente un elevato benessere abitativo.
L'Agenzia offre programmi di formazione per tutti gli operatori coinvolti nella costruzione e promuove iniziative per sensibilizzare e responsabilizzare tutta la cittadinanza su risparmio energetico, sostenibilità e mutamenti climatici.
Dal suo impegno e dalla collaborazione con i maggiori esperti del settore è nato il marchio Finestra Qualità CasaClima, destinato a cambiare notevolmente il mercato e a portare maggior trasparenza.

IL MARCHIO DI GARANZIA PER I CONSUMATORI

La grande novità del marchio Finestra Qualità CasaClima rispetto ad altri, anche a livello europeo, è che per la prima volta non si garantisce solo la qualità energetica della finestra, ma anche la sua posa in opera a regola d'arte.
La posa in opera dei serramenti è spesso il punto più critico per la qualità e l'efficienza del sistema involucro. Come già succede per gli edifici, anche per la certificazione della qualità di un prodotto, CasaClima lascia al cittadino la possibilità di scegliere fra più standard.
Per questo sono state previste 3 classi di certificazione qualitativa, in base a determinate caratteristiche tecniche minime:

  • Classe B - per climi esterni da normali a mediamente rigidi o mediamente caldi
  • Classe A - per climi esterni molto freddi o molto caldi
  • Classe Gold - per climi estremamente rigidi o torridi (quest'ultima classe è la più alta ed è riservata esclusivamente alle aziende che hanno la qualifica di Partner CasaClima).
Le tre classi indicano standard di qualità decisamente superiore a ciò che oggi viene assicurato dalla normativa statale.

LINEA 80 KLIMA e LINEA OTTANTA, hanno il Marchio Finestre Qualità CasaClima, rispettivamente di Classe A e Classe B.